Corsi per l’apprendistato

LA FORMAZIONE NELL’APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE

 

Le imprese che possono assumere con l’apprendistato professionalizzante
L’apprendistato professionalizzante è un contratto di lavoro a contenuto formativo, che permette di assumere giovani di età compresa tra i 18 (o 17 anni se in possesso di una qualifica professionale) e i 29 anni (sino al giorno precedente il compimento del trentesimo anno) per l’acquisizione di una qualificazione contrattuale e competenze di base, trasversali e tecnico-professionali.
Possono stipulare contratti di apprendistato professionalizzante tutte le imprese private appartenenti a tutti i settori di attività. Il numero di apprendisti che un’impresa può assumere dipende dalla tipologia di impresa e dal numero di lavoratori dipendenti presenti. Dal 1° gennaio 2013, il numero complessivo di apprendisti che un datore di lavoro con 10 o più dipendenti può assumere, anche per il tramite di un’agenzia di somministrazione di lavoro, non deve superare il rapporto di 3 a 2 rispetto alle maestranze specializzate e qualificate in servizio presso il medesimo datore di lavoro. Inoltre, per i datori di lavoro che occupano almeno 10 dipendenti, l’assunzione di nuovi apprendisti è subordinata all’avere mantenuto in servizio nell’arco dei 36 mesi precedenti la nuova assunzione almeno il 30% degli apprendisti assunti (dal 18 luglio 2015 la percentuale sarà elevata al 50%).

 

I vantaggi economici dell’assunzione e gli sgravi contributivi
Il contratto di apprendistato consente all’azienda di assumere e formare le nuove professionalità ad un costo del lavoro vantaggioso, in quanto sia la remunerazione che gli oneri previdenziali e assistenziali sono ridotti.
Per quanto riguarda il salario, la legge dà la possibilità di inquadrare l’apprendista fino a due livelli in meno rispetto alla qualifica da conseguire e/o di riconoscere una retribuzione pari ad una percentuale di quella prevista per un lavoratore già qualificato, secondo le indicazioni del contratto collettivo applicato.

A chi rivolgersi per avere informazione e assistenza sul contratto di apprendistato
Per avere ulteriori  informazioni e assistenza ci si può rivolgere a Confesercenti Pistoia telefonando allo 0573.927746
Articolazione e modalità di realizzazione  dei percorsi di formazione

 

La formazione in apprendistato professionalizzante viene realizzata sulla base del Piano Formativo Individuale, che identifica gli obiettivi che devono essere conseguiti al termine dell’apprendistato, anche grazie alla guida del tutor o del referente aziendale.
La formazione per l’apprendistato professionalizzante si articola in:
– formazione di base e trasversale, di competenza delle Regioni;
– formazione tecnico-professionale, da erogare a cura dell’impresa o presso strutture formative come CESCOT Pistoia srl secondo le previsioni della contrattazione collettiva.

 

LA FORMAZIONE DI BASE TRASVERSALE

 

La formazione di base e trasversale è erogata e programmata dalla Regione Toscana per un massimo di 120 ore complessive nell’arco di un triennio per gli apprendisti senza titolo di studio secondario superiore, 80 ore per gli apprendisti in possesso di titolo di studio superiore o diploma di qualifica professionale, 40 ore per gli apprendisti in possesso di laurea triennale o magistrale. Tale formazione è generalmente gratuita, erogata presso strutture formative accreditate come CESCOT Pistoia srl.

Le aree di contenuto della formazione di base e trasversale fanno riferimento ai seguenti ambiti:

relazioni interpersonali e comunicazione in ambito lavorativo: comunicazione efficace; comunicare nell’organizzazione; comunicazione interpersonale; l’assertività e la comunicazione empatica; gestione del conflitto; gestione del contatto telefonico; ascolto attivo;parlare in pubblico

organizzazione e qualità aziendale: l’azienda e le sue problematiche economiche, finanziarie e organizzative; il concetto di azienda e le diverse forme imprenditoriali; BEP e EP; sostenibilità economica e finanziaria; strategia e organizzazione aziendale; elementi di marketing; gestione di un progetto e gestione del tempo

disciplina dei rapporti di lavoro: il rapporto di lavoro subordinato; il collocamento; il contratto di lavoro; gli obbligo del prestatore di lavoro; il potere del datore di lavoro; i diritti del lavoratore; il contenuto della prestazione lavorativa; l’estinzione del rapporto di lavoro; il CCNL; la busta paga; la disciplina dell’Apprendistato; gli organismi di tutela del lavoratore e enti previdenziali

sicurezza nell’ambiente di lavoro: concetto di rischio e danno; prevenzione e protezione; diritti, doveri e sanzioni sul luogo di lavoro; rischi specifici e infortuni; DPI; organizzazione del lavoro; ambienti di lavoro; stress lavoro-correlato; movimentazione carichi; segnaletica; procedure di sicurezza; primo soccorso; prevenzione incendi

competenze digitali: Hardware e Software; componenti basi del PC; dispositivi di Input/Output; reti informatiche; file e cartelle, backup e ripristino; stampare un file; servizi offerti da internet; http; url; www; browser; motori di ricerca; posta elettronica

pari opportunità: differenza di genere; discriminazioni; rappresentanza e partecipazione politica; i diritti delle donne; Welfare e conciliazione del tempo lavoro-famiglia; i diritti del lavoro; il mobbing; i congedi parentali; la violenza di genere;l’uso dei dati di genere e il bilancio di genere; buone prassi

competenze sociali e civiche: la Costituzione; diritti e doveri del cittadino; i diritti sociali, economici e culturali; la dichiarazione dei diritti umani; volontariato e associazionismo; i servizi afferenti all’ area dell’economia e del lavoro; area sociale, culturale e socio-assistenziale; convivenza civile; sistemi di valori diversi

spirito di iniziativa e imprenditorialità: il lavoro autonomo; dall’idea al prodotto; la start-up d’impresa; problem solving; creare reti e sviluppare idee; gestione responsabile delle risorse economiche

elementi di base della professione/mestiere: sono contenuti specifici per il settore lavorativo dell’apprendista in formazione
Le imprese possono assumersi l’onere di erogare direttamente, a proprie spese, la formazione di base e trasversale. In tal caso può essere richiesto alle imprese di rilasciare una dichiarazione di capacità formativa nelle forme e con le modalità stabilite dalla Regione.

La formazione tecnico-professionale

La contrattazione collettiva definisce, in ragione dell’età dell’apprendista e del tipo di qualificazione contrattuale da conseguire, la durata e le modalità di erogazione della formazione per l’acquisizione delle competenze tecnico-professionali e specialistiche.
La formazione tecnico-professionale è erogata sotto la responsabilità dell’impresa. Può essere svolta all’interno dell’impresa o all’esterno presso agenzie formative come CESCOT Pistoia srl.
Alcune discipline contrattuali prevedono che le imprese che intendono realizzare la formazione al proprio interno abbiano taluni requisiti che dimostrino il possesso della capacità formativa (come ad esempio: la presenza di un tutor aziendale con formazione e competenze adeguate, la presenza di docenti in grado di trasmettere conoscenze e competenze, locali e macchinari aziendali idonei in relazione agli obiettivi formativi e in regola con le norme per la sicurezza e la salute nei luoghi di lavoro).
Per avere maggiori informazioni sulla formazione di base/trasversale e tecnico-professionale contatta CESCOT Pistoia chiamando lo 0573.927727 o inviando una mail a cescotpistoia@confesercenti.pistoia.it